Ciao come stai?

Per la serie “domande obsolete che potrebbero essere tranquillamente sostituite fermandosi al saluto accompagnato da una più o meno marcata smorfia compassionevole“. A prescindere ovviamente dal momento della giornata in cui viene posta.

Come sto. Sto come una che ha saputo che a gennaio manonsisabeneancoraquando non lavorerà più per la sua ditta. Nel senso che chiude, non che mi licenziano.

La crisi, la crisi, la crisi un cazzo.

Questa crisi mi sa che sta diventando un po’ per tutti una scusa lava-coscienza. Io lo vorrei sapere come dormono quelli che se la stanno lavando con sta scusa (e parlo del mio piccolo, mica della nostra classe politica dove è ormai chiaro che tutti fan finta di preoccuparsi per noi), sì perché son cresciuta con la convinzione che a far gli onesti almeno si dorme tranquilli.

Eppure io che non ho mai ucciso nessuno, non ho mai rubato (se non strappato risate o stregato il cuore di qualcuno), ho sempre pagato le tasse, mi sono trovata dei lavori onesti non è che dormo troppo tranquilla eh. Quindi mi immagino gli incubi di quelli a cui devo dire grazie se adesso devo ricominciare tutto da capo e che invece se la dormono bellamente con la bolla al naso, pure.

Dicevo ricominciare: correggi CV, stampa CV, scansiona CV, sprofonda in un baratro di annunci più o meno veritieri, seleziona, valuta, allega CV. E poi invia, invia, invia e spera, spera, spera. E poi colloqui. E poi declina perché troppo poco, troppo lontano, troppo diverso da quel che sembrava nell’annuncio. No beh, grazie.

E intanto le bollette son da pagare, il mutuo non ti aspetta, e poi ti arrivano gli spam dei vantaggiosissimi acquisti on-line. E io tranquilla non ci dormo proprio. Non ho più le tonsille gonfie ho proprio il disagio che mi fa da coinquilino. Al posto del fidanzato ho l’ansia che mi fa sudare e non mi fa dormire la notte. E sono diventata incazzata e acida e apatica e lunatica e tutto quel che si voglia aggiungere.

Però rimango onesta. E sono sana. E prego.

(però anche un po’ mi tocco perché la sfiga ha ben capito dove sto di casa)

E intanto, mi viene la gastrite.

Quindi:

ciao a te, mah, tutto bene, un po’ di gastrite…

Annunci

Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...