…caffé?

Sì, grazie.

E al 90% delle volte, quando collegadirimpettaiagentile mi ricorda che è l’ora della pausa caffé, a metà mattina, mi viene tantissima voglia di rispondere, yes, please, a white chocolate mocha, tall, to go, cream on top, thank you.

Starbucks' powaE invece. Non capirebbe (l’inglese), non riderebbe e di conseguenza non tirerebbe insieme a me un sospiro malinconico ricordando l’ultimo sorso del mio caffé/non-caffé preferito.

Non mi smentisco neanche a proposito di caffé, purtroppo. Da pessima italiana quale sono, andandone fierissima, bevo con compiaciuto disgusto il tanto caro espresso, tenendo nel cuoricino quei beveroni ipercalorici di Starbucks.

Negozi che, sfortunatamente per la mia delizia, ma MOLTO fortunatamente per la mia salute e le mie finanze, non possono comparire sul suolo italiano.

Negozi da cui, nonostante tutto, arrivano notizie positive, per l’ambiente, per l’economia di una nazione, per cose che noi si snobba anche se ci sarebbe solo che da imparare. Ma vabbeh. Mi rimane il compiacimento di CERTE letture e un testimonial/non-testimonial d’eccezione.

Annunci

Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...