Amiche al Cuba. Libre.

Volevo dire cubo. Volevo dire libro.

La vecchia Chinatown de l'Havana

Io c’ho le ammuiche che scrivono i libri e me li fanno leggere ancora prima che vadano in stampa. E adesso, forse più per osmosi che per inciso, sono  en el Barrio Chino, e tanta voglia di tornare a casa noncell’ho.

Di lei sentirete parlare. Anzi, ne avete già sentito sì. Anche a radio Dìggei, all’interno di Catteland.

Di sicuro ne avrete anche già letto. Io non mi stanco mai. E’ l’unica che conosco, a parte Bryson certo, che mi fa viaggiare low cost per davvero. Comodamente seduta con in grembo il laptop.

E’ “quella” di scusateiovado.com, sì quella che vi fa invidia con i suoi racconti di viaggio.

Quella che NON SOLO è entrata primadime nel campo visivo-uditivo-tattile di Bruce Willis, MA CHE condivide con me un’insana passione per i muscoli, la testa e i sorrisi del bel Pando E CHE mette in pratica i miei istinti vagabondi.

La mia alter-(phe)ega, insomma.

Quella che mi accompagnerà in aeroporto quando sarò pronta per raggiungere il mio Canada.

E anche quella che si palesa con inviti per domeniche con

brunch/capodanno cinese, vieni?

E tu come fai a dirle no? 🙂

Annunci

One thought on “Amiche al Cuba. Libre.

Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...