In fissa per la rissa. Talkin’ about Rondo.

Mamma e papà mi hanno sempre insegnato a stare lontana dai guai. Lontano dalle teste calde, lontana dai vari agitatori…e in effetti anche stanotte #VALsket era lontana e si è persa una nuova big fight, quella accaduta stanotte durante Celtics/Nets al TD Garden, nella “mia” Boston.

Fact: nessuna reazione arbitrale per un fallaccio di Humphries su Garnett e quindi Rondo fa da sé –> video.

Rondo è fatto così 🙂 è verace, è de core. Nonostante venga dal Kentucky e non dal Bronx, a lui le faccende piace risolversele da solo. Anche quando non è troppo politically correct. E’ bravo, preciso, impulsivo, gli frega solo del gioco, e quando gli toccano Garnett, ciao. Levati. E infatti.

Non si può dire che non giochi in team. Per lui o per chialtri non comincia neanche a contare prima di buttarsi nella mischia. O di crearla…

Mica come quella fighetta di Humphries che, per chi non lo sapesse, dev’essere ancora scosso dalle sue faccende personali, poveretto. Subito pronto a twittare a mo’ di sarcastica lagna, i danni subiti dall’avvento di Rondo sui suoi muscolacci.

Parliamo invece del bel gesto dello sportivissimo Wallace, prontissimo a far su Garnett un bel caricone, proprio da rissa del liceo. Il minuto all’interno del filmato cercatevelo, che mi è già tornato il nervoso…

Rondo rischia dalle 3 alle 5 giornate di squalifica. Come al solito le sconterà, si prenderà il caziatone di Doc (Doc says: “we’re a soft team right now. We don’t have any toughness. That (fight) stuff is not toughness.“) e alla prossima ci ricascherà ancora. E’ il migliore. E lo sa. E’ che è giovane…imparerà a moderarsi, ma spero che il suo cuore a spicchi rimanga intatto.

Per correttezza, mi tocca ammettere che  è appena andato in onda un episodio di: PARLA VALSKET, CHE ALTRETTANTO IMPULSIVA QUANTO RONDO, COMMENTA L’ACCADUTO  -PUR SEMPRE DOCUMENTANDOSI- MA SENZA  AVER VISTO ANCORA IL MATCH. Ciao eh, ciao.

Parliamo dei Celtics

Tipo le partite perse “chetantononfannonumerochissene” (da notare come siano venuti a vincere proprio sotto i miei occhi):

e quelle che stanno per arrivare:

Sono a secco di NBA. Mi mancano le nottate con #VALsket.

Ma quand’è che comincia sul serio il campionato? No beh, prima che mi si scambi per davvero per un’esperta del mestiere.

Sono solo un’appassionata.

La cui particolare ambizione, almeno finché la regular season non entrerà nel vivo, è quella di monitorare il culone di Milicic. Che ancora mi chiedo come faccia a stare lì dove sta, e come ci sta. Bah. Ma poi 99. Giusto con Cassano potevi avere qualcosa in comune, Darko. O magari poi si scopre che ascolti anche Gigi d’Alessio [Cassano e la musica. “Gigi D’Alessio è il mio idolo” dice.]. Rabbrividisco. E vado a programmare il MySky.

 

Le altre partite trasmesse, quantomeno oltreoceano.