Habemus segnalem dalla parabolam!!!

Sì. E’ quel giorno lì.

Dunque auguri donne, bla bla bla, trionfi di mimose in qualsiasi forma e di qualsiasi specie, spauracchie assatanate di piselloni strippanti [leggere = che fanno lo strip, ndr…] che assaltano locali gremiti di altre come loro come se non ci fosse altro giorno all’anno per mostrare quanto peggio di un uomo sa essere una donna, bla bla bla.

Solidarizzo con le amiche femministe, ci mancherebbe, ma FORTUNATAMENTE non sono passata attraverso nessuna esperienza negativa-demoralizzante-sfigurante-maltrattante-ecc dell’essere donna, se non qualche notte insonne a causa di un cuore spezzato o di un dolorosissimo e invalidante ciclo mestruale, DUNQUE non me la sento, ma proprio NON, di annientare i passi fatti fin qui dalle attiviste tanto care ai commercianti che marciano sopra questa storia da quel dì.

E’ per questo che mi preme spostare l’attenzione, oggi, adesso, perché hanno lasciato il mio appartamento proprio poco fa, su delle bravissime persone che, nel caso specifico, sono uomini.

Sì ogni tanto qualcosa di buono la fanno anche loro! 😉

Due tecnici che, probabilmente stano ancora sacramentando, oggi hanno fatto gli straordinari per assicurarsi di restituirmi, almeno parzialmente, il collegamento con la parabola! E quando qualcuno lavora onestamente e si fa in quattro per soddisfare un interesse che non è esattamente il proprio va ripagato. Non per il servizio in questione perché è giusto che “paghi chi ha rotto” -enonsonoio-, ma per la qualità e l’intenzione.

E’ per questo che per ogni esigenza di tipo antennistico-satellitare, vi consiglio, ove geograficamente attuabile, di avvalervi della consulenza di Sat Point Snc. Trasparenza, onestà e soluzioni rapide e concrete. Bon.

Vado a cercare qualche programmone degno di questa festa su uno dei millemila canali che FINALMENTE, sono tornati nel mio telecomando 😀

PS: per la cronaca, le mimose, PUZZANO.

PPS: QUI c’è il contributo mio e delle massone del mio “cuoriciiiiino” per questa festa, con un mio ulteriore commento: siamo strafighe anche da UOME. Anche quando pretendiamo di comportarci come loro.

Zapping

-accendo-

Comingsoon

Ahahaah, carino il trailer di Amiche da Morire, con la Gerini, la Capotondi e la Impacciatore; non vado pazza per il cinema italiano, ma questi quindici secondi mi hanno fatto sorridere, lo vedrò (probabilmente fra sei mesi e non al cinema, ma lo vedrò).

-giro-

DMAX [ilmionuovocanalepreferitodaquandosonosenzacollegamentoconlaparabola]

Zimmern e lo Geoduck

Zimmern e lo Geoduck

Andrew Zimmern oggi è a Goa, India. Per il momento sta provando frutta e verdura, tipo le giuggiole. La tipa del posto dice che sembra di leccare una pelliccia. Lui dice che è disgustoso. Ahah. Oddeo, no, ecco la carne schifoschifoschifo ecco. Salsicce di interiora di maiale, a forma di interiora di maiale. Vomito.

-giro-

Italia 53

DermaWand. Una specie di bacchettona magica, dalle fattezze più di un vibratore che di una bacchetta, che promette di mantenere la tua pelle morbida e distesa come quella di una giovanotta. Sì dai, ciao.

-giro-

VeroCapri

Altro canale della categoria “i misteri del digitale terrestre”: ci voleva davvero un programma che riesumasse alla conduzione di simpatici talk-show  gente come Parietti, Laurito, Freddi, Ruta e chissà quali altri?

-giro-

televendita

-giro-

televendita. Cheppalle.

-giro-

Elezioni. Cheppalle/2. La solita fuffa. E prima la propaganda, e poi i confronti, il voto e il solito sdegno per i risultati. In 12 anni non è cambiato nulla. E non mi riferisco a colui al quale state pensando. Semplicemente dodici anni fa ho votato per la prima volta e di nuovo c’è poco, a parte un grande e accentuatissimo accanimento sul solito. Alla fine ho votato anche io, non che non lo volessi fare, ma questa volta più delle altre ci ho dovuto davvero pensare. Chi ho votato non lo scrivo, affezionata come sono a quel “il voto è segreto” inculcatomi in famiglia. Mi piace, mi sembra una forma di rispetto verso gli interlocutori per poter esprimere le proprie opinioni. Proprio così come non mi piace, in una conversazione con chiunque, sentir dire “io non sono di sinistra/destra, eh!” come a voler necessariamente sottolineare a quale parte di merda non ci si senta di appartenere. Come se, una volta schierati, si ottenesse una specie di  permesso per saltare addosso all’altro se di una diversa opinione. Che insopportabile modo di comunicare. Zero obiettività, solo prese di posizione. Cheppalle/3.

-giro-

Focus

Allarme terra…che ansia!! Ma almeno se famo ‘na cultura.

***

Alla fine i canali interessanti rimasti sono davvero pochi. Ma quand’è che mi ridanno Sky?!?

Ah che brutta la nullafacenza.